Concorso pubblico per la nomina di un/una Responsabile del Servizio di revisione interna della Regione Istriana

Ai sensi dell'art. 28 comma 2 della Legge sul sistema dei controlli interni nel settore pubblico ("Gazzetta ufficiale" n. 78/15) in riferimento all'art.  19 comma 2 della Legge sui funzionari e impiegati nell'autogoverno locale e territoriale (regionale) ("Gazzetta ufficiale", n. 86/08 e 61/11), il Presidente della Regione bandisce il

CONCORSO PUBBLICO
per la nomina di un/una Responsabile del Servizio di revisione interna della Regione Istriana

1 Per la nomina di un/una Responsabile del Servizio di revisione interna della Regione Istriana, Pola, si richiede:

- 1 esecutore/esecutrice a tempo indeterminato con orario di lavoro completo

Oltre alle condizioni generali, i candidati devono soddisfare le seguenti condizioni particolari:

  • laurea magistrale o specialistica, indirizzi giurisprudenza o economia,
  • aver sostenuto l'esame di stato,
  • essere in possesso dell'autorizzazione del Ministro delle finanze per svolgere le mansioni di revisione interna nel settore pubblico,
  • almeno 5 anni di esperienza lavorativa in questo settore, di cui almeno due anni nei lavori legati al campo della revisione interna,
  • capacità organizzative e comunicative necessarie per una gestione di successo,
  • conoscere la lingua italiana,
  • conoscere il lavoro al computer.

Condizioni generali per l'assunzione:

  • la maggiore età,
  • la cittadinanza croata,
  • l'idoneità sanitaria per svolgere le mansioni relative al posto di lavoro per il quale la persona viene assunta.

Prove attestanti l'adempimento delle condizioni:

  • curriculum vitae,
  • la prova attestante il grado d'istruzione  (originale o copia autenticata del diploma),
  • certificato di cittadinanza (originale o fotocopia autenticata),
  • la stampa in forma elettronica o l'attestato concernente i dati inseriti nella banca dati dell'Ente croato per l'assicurazione pensionistica dal quale è visibile il periodo di servizio e il grado d'istruzione in base alla quale è stato attuato il servizio e il certificato del precedente datore di lavoro, rispettivamente un altro documento (fotocopia del contratto di lavoro, del provvedimento o altro) dal quale è visibile in quale settore e mansioni e per quanto tempo è stata svolta l'esperienza lavorativa.
  • attestato di superamento dell'esame di stato (originale o copia autenticata),
  • l'autorizzazione professionale a svolgere il mestiere di revisore interno autorizzato per il settore pubblico del Ministro delle Finanze della RC,
  • certificato del casellario giudiziale (originale rilasciato non più di 6 mesi fa),
  • la dichiarazione scritta di proprio pugno e autenticata dal notaio che per l'assunzione in servizio non esistono gli impedimenti di cui all'art. 16 della Legge sui funzionari e impiegati nell'autogoverno locale e territoriale (regionale),
  • la prova attestante la conoscenza del lavoro al computer – originale o fotocopia autenticata del certificato di frequenza del corso d'informatica, fotocopia della pagella qualora abbia sostenuto l'esame di informatica o una dichiarazione firmata di proprio pugno autenticata dal notaio secondo la quale conosce il lavoro al computer,
  • la prova attestante la conoscenza della lingua italiana - l'originale o la fotocopia autenticata del certificato di frequenza di un corso di italiano o la fotocopia della pagella in cui il candidato/la candidata dimostra di aver sostenuto l'esame di italiano o una dichiarazione firmata di proprio pugno e autenticata dal notaio, sulla conoscenza della lingua italiana.

Non può essere preso in servizio il candidato per la cui assunzione esistono gli impedimenti di cui agli articoli 15 e 16 della Legge sui funzionari e impiegati nell'autogoverno locale e territoriale (regionale) („Gazzetta ufficiale“ n. 86/08),
Le persone che non avranno presentato regolari domande o le avranno presentate in ritardo, oppure non soddisfano le condizioni formali dell'annuncio, non saranno ritenute candidati/candidate all'annuncio.

Per i candidati presentatisi all’annuncio che soddisfano le condizioni formali, verrà effettuata una valutazione per verificare il sapere e le capacità, per mezzo di un test scritto e un colloquio.

Le norme i cui contenuti verranno applicati nella verifica del sapere sono:

  • Costituzione della Repubblica di Croazia ("Gazzetta ufficiale", n. 85/10 - testo emendato e 5/14),
  • Legge sull'autogoverno locale e territoriale (regionale) ("Gazzetta ufficiale" n. 33/01, 60/01, 129/05, 109/07, 125/08, 36/09, 150/11, 144/12 e 19/13-testo emendato e 137/15),
  • Legge sui funzionari e impiegati nell'autogoverno locale e territoriale (regionale) („Gazzetta ufficiale“ n. 86/08 e 61/11),
  • Legge sul sistema dei controlli finanziari interni nel settore pubblico ("Gazzetta ufficiale" n. 78/15)
    Regolamento sulla revisione interna nel settore pubblico ("Gazzetta ufficiale" n. 42/16)

Qualora il candidato/la candidata non si presentasse alla verifica, la sua candidatura si considererà ritirata.
Sul sito internet della Regione Istriana .www.istra-istria.hr sono indicatele mansioni e i dati concernenti lo stipendio dei posti di lavoro.
Sul sito internet della Regione Istriana saranno pubblicati anche il modo e il giorno in cui si svolgerà la verifica preliminare del sapere dei candidati.

La persona che secondo una legge speciale ha il diritto di precedenza ad essere collocata sul posto di lavoro, ha il diritto di precedenza alle stesse condizioni.

I candidati che hanno il diritto di precedenza nell'occupazione, secondo l'art. 35 della Legge sui diritti dei difensori croati della Guerra patria e dei membri delle loro famiglie ("Gazzetta ufficiale" n. 174/09, 92/05, 2/07 – Delibera della Corte costituzionale della Repubblica di Croazia 107/07, 65/09, 137/09, 146/10 - Delibera della Corte costituzionale della Repubblica di Croazia 55/11,) oltre alla notifica di presentazione all'annuncio e alle prove attestanti l'adempimento delle condizioni richieste sono tenuti a recapitare anche il provvedimento, ovvero il certificato che riconosce lo status relativo al diritto menzionato e la prova che sono disoccupati.

I candidati che si richiamano al diritto di precedenza nell'occupazione, conformemente all'art. 10 della Legge sulla riabilitazione professionale e l'occupazione di persone con invalidità ("Gazzetta ufficiale" 142/02 e 33/13), oltre alla notifica di presentazione all'annuncio pubblico e alle prove attestanti l'adempimento delle condizioni richieste sono tenuti a recapitare anche il provvedimento relativo all'invalidità, rispettivamente un'altra prova dalla quale è evidente il diritto menzionato e la prova che sono disoccupati.

I candidati che si richiamano al diritto di precedenza nell'occupazione, conformemente all'art. 48f della Legge sulla tutela degli invalidi di guerra civili e militari ("Gazzetta ufficiale ", n. 33/92,77/92, 27/93, 58/93, 2/94, 76/94, 108/95, 108/96, 82/01 e 103/03), oltre alla notifica di presentazione al concorso e alle prove attestanti l'adempimento delle condizioni richieste, sono tenuti a recapitare anche il provvedimento, ovvero il certificato che riconosce lo status relativo al diritto menzionato e la prova che sono disoccupati.

Ai candidati non sarà riconosciuto il diritto di precedenza nel collocamento al lavoro, conformemente all'art. 22 della Legge costituzionale sui diritti delle minoranze nazionali ("Gazzetta ufficiale" n. 155/02, 47/10, 80/10 e 93/11) poiché nel Piano d'assunzione in servizio per il 2017 è stata constatata un'adeguata presenza degli appartenenti alle minoranze nazionali nei posti di lavoro negli organi amministrativi, per realizzare il diritto alla rappresentanza, conformemente alla Legge costituzionale sui diritti delle minoranze nazionali e alla legge che disciplina il sistema dell'autogoverno locale e territoriale (regionale).

I candidati non sono tenuti ad allegare alla notifica concernente l’annuncio, il certificato sull'idoneità sanitaria: lo stesso verrà presentato prima dell'emanazione del provvedimento d'assunzione. Il candidato è tenuto a presentarsi alla visita medica su invito, altrimenti la sua domanda si riterrà revocata.
È obbligatorio un periodo di prova di tre mesi.
Al concorso possono partecipare equamente le persone di entrambi i sessi (art. 13 Legge sulla parità di genere ("Gazzetta ufficiale", nn. 82/08, 125/11, 20/12, 138/12 e 69/17).
Le domande incomplete e non pervenute in tempo, non saranno prese in considerazione. È ritenuta regolare la domanda che comprende tutti i dati e gli allegati indicati nel concorso.
 Le domande di partecipazione al concorso con le prove sull'adempimento delle condizioni vanno presentate entro un termine di 15 giorni dalla pubblicazione del concorso sulla Gazzetta ufficiale di persona o per posta raccomandata all'indirizzo: Regione Istriana, Dršćevka 3, Pisino con scritto "per il concorso".
I candidati saranno informati sull'esito della selezione entro i termini previsti dalla legge.

Regione Istriana

Classe: 112-02/17-01/33
N. prot.: 2163/1-01/02-17-1
Pisino, 3 ottobre 2017