05.10.18. u 10:20

Le città dell'Istria sono le migliori per la vita, per il lavoro e per l'istruzione in Croazia

La Regione Istriana è in cima alla graduatoria per il numero delle città entrate a far parte dei 41 candidati che hanno concorso per i premi quali migliori città nella RC. Secondo una ricerca onnicomprensiva durata per diversi mesi sul portale Gradonacelnik.hr, e a cura della Hanza Medija e dell'agenzia Ipsos risulta che addirittura sette città dell'Istria hanno concorso per i premi prestigiosi di migliori città, in tre categorie: economia, qualità della vita e istruzione, demografia, giovani e politica sociale. Che le città dell'Istria sono il fiore all'occhiello dello sviluppo, lo prova un altro dato ancora, ossia che Cittanova, Parenzo e Umago erano nella Top 5 delle migliori città della Croazia in tutte le categorie. 

L'elezione finale, ossia l'assegnazione dei premi si è tenuta ieri a Sebenico e fra i vincitori c'erano le città di Cittanova, Parenzo e Umago.

„I riconoscimenti vinti sono ancora una conferma che l'Istria primeggia in molti aspetti e che sta avendo dei risultati sopra la media. Delle tre città croate nelle quali si vive meglio, due sono in Istria – Parenzo e Cittanova. Noi ne andiamo assolutamente fieri, specialmente se sappiamo che i cittadini stessi hanno valutato la qualità della vita nelle loro città“, ha sottolineato il Presidente della Regione Istriana Valter Flego, che ha partecipato all'evento solenne.

„Essere eccellenti e i migliori è il motto principale del lavoro finora svolto ma anche una direzione che desideriamo intraprendere in futuro. I riconoscimenti ottenuti rappresentano un'ulteriore motivazione a essere ancora migliori“ ha dichiarato Flego aggiungendo che la ricerca è un chiaro indicatore che l'autogoverno locale è il motore principale e il portatore dello sviluppo sul proprio territorio. Dando altre competenze e promuovendo il decentramento, si potrebbe ottenere molto di più.

Le città di Pola e Rovigno erano fra le finaliste nella categoria dell'economia (città grande e città media), mentre Pisino e Albona nella categoria dell'istruzione (città piccola e città media). Rovigno ha concorso nella categoria della qualità della vita nelle città medie.

Oltre alle summenzionate tre categorie, sono state elette anche le città con i migliori progetti nel campo della gestione sostenibile dei rifiuti (Eco-city), e del concetto Smart-city, come pure una categoria speciale per l'uso migliore dei fondi dell'UE.

In questa ricerca e graduatoria le città sono divise in tre categorie, secondo le loro dimensioni o numero di abitanti, in grandi (oltre 35000 abitanti), medie (da 10.000 a 35.000 abitanti) e piccole (meno di 10.000 abitanti). Le città sono divise per grandezza affinché gli indici statistici sull'economia, l'istruzione, la demografia e la qualità di vita in questi possano essere valutati nel modo giusto.

Come è stato detto, l'obiettivo dell'elezione era di premiare le città migliori e stimolarle a essere ancora migliori rendendole come esempio per motivare tutti gli altri a usare delle diverse misure di bilancio per stimolare l'economia e aiutarla a crescere e svilupparsi.